In questo sito utilizziamo i cookies

continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Per saperne di piu'

Approvo

Bikin'Gavoi desidera informare gli Utenti che il proprio sito utilizza unicamente cookies c.d. “tecnici”: si tratta di cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente; non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web. Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure. Inoltre, all’interno dei cookies tecnici utilizzati dal sito web, vengono utilizzati anche cookies c.d. “analytics”, assibilabili ai cookies c.d. “tecnici”, in quanto utilizzati soltanto a fini di ottimizzazione del sito, direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. Infine, si specifica che il sito web non utilizza alcun tipo di cookie atto alla profilazione dell’utenza.

 

Relativamente, quindi, ai soli aspetti di natura tecnica, cookies tecnici e protocolli, desideriamo informare che:

• I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web possono acquisire, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet.

• Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli Utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli Utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'Utente. Questi dati possono essere utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime e aggregate sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento. I dati potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di eventuali responsabilità, in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito. In generale, al di là della tipologia di cookies utilizzati dal presente sito web, desideriamo informarLa che, oltre alle tutele previste dalla normativa vigente, sono disponibili eventuali opzioni per navigare senza cookie, quali a titolo di esempio: Blocca i cookie di terze parti: i cookie di terze parti non sono generalmente indispensabili per navigare, quindi puoi rifiutarli per default, attraverso apposite funzioni del tuo browser. Attiva l'opzione Do Not Track: l'opzione Do Not Track è presente nella maggior parte dei browser di ultima generazione. I siti web progettati in modo da rispettare questa opzione, quando viene attivata, dovrebbero automaticamente smettere di raccogliere alcuni tuoi dati di navigazione. Come detto, tuttavia, non tutti i siti web sono impostati in modo da rispettare questa opzione (discrezionale). Attiva la modalità di "navigazione anonima": mediante questa funzione puoi navigare senza lasciare traccia nel browser dei dati di navigazione. I siti non si ricorderanno di te, le pagine che visiti non saranno memorizzate nella cronologia e i nuovi cookie saranno cancellati. La funzione navigazione anonima non garantisce comunque l'anonimato su Internet, perché serve solo a non mantenere i dati di navigazione nel browser, mentre invece i tuoi dati di navigazione continueranno a restare disponibili ai gestori dei siti web e ai provider di connettività. Elimina direttamente i cookie: ci sono apposite funzioni per farlo in tutti i browser. Ricorda però che ad ogni collegamento ad Internet vengono scaricati nuovi cookie, per cui l'operazione di cancellazione andrebbe eseguita periodicamente. Volendo, alcuni browser offrono dei sistemi automatizzati per la cancellazione periodica dei cookie.

Mercoledì 25 aprile 2012

Zappallì (OT)

 

Domenica mattina 25 aprile, ore 6.00.

La sveglia è una martellata sulla tempia.

Colazione abbondante, carichiamo i bagagli e facciamo il giro per prendere gli altri passeggeri.

Il resto della carovana è pronto che aspetta noi. Si parte. Quattro gradi, che caldo! Il viaggio scorre liscio come l'olio. Traffico prossimo allo zero. Tra due chiacchiere e due risatine siamo a fare pausa colazione. Mezz'ora e saremo al famoso Cozza Village Resort.

 

Questa è una casa privata!

Google earth indica un punto preciso. Zappallì. Noi seguiamo la nostra cometa e passato il centro abitato di Loiri entriamo nell'ingresso di un piazzale.

Una pesa per i mezzi, una cisterna, un capannone, il carrello di un trattore, ed infondo una casa. Arriva il nostro convoglio di quattro macchine, Angiolino con la sua macchina e dopo un minuto carpitz.

In un minuto nel cortile arrivano sei macchine. La padrona di casa chiede spiegazioni e inizia ad urlare "Questa è una casa privata". Arriva col suo pick up anche il padrone di casa col latte appena munto. Ci guardiamo in faccia. Ognuno pensa di avere sbagliato, ma tutti siamo sicuri di aver seguito la giusta traccia. Il fatto che siamo li in tanti è la dimostrazione che non possiamo aver sbagliato. Angiolino sfodera il telefono e in una frazione di secondo risolve tutto. Il Cozzaro ci indica la strada. Ci scusiamo e salutiamo la coppia.

 

Il Cozza Village Bike and Horses Resort è li vicino, ma sull'altra strada. Parcheggiamo e ci salutiamo. Scarichiamo le bikes e ci avviciniamo all'ombelico del mondo. Un gazebo con attorno tanto ben di Dio. Caffè, torta, dolci di tutti i tipi.

A due passi c'è anche il TOTEM. Un bancale di cozze all'ombra di un'olivastro. La liturgia prevede che il TOTEM non possa essere lasciato solo neanche un'attimo. Deve essere vegliato. Quando la gente andrà via dovrà portare un pò di TOTEM con sè.

 

Vicino a noi, la carovana degli escursionisti è pronta. Le macchine sono in fila con i loro equipaggi. Sembra la partenza di una prova speciale del Rally di Sardegna.

Sky è il nostro capo. Lo si capisce subito. Raduna il suo gregge a forza di urla e in un minuto siamo pronti a partire. Lo coadiuvano carpitz e DD81. Più altri locals...

I primi chilometri su asfalto filano via lisci e veloci. Siamo immersi in un paesaggio di vigne. La natura petinata dall'uomo. Grande ordine e senso di tranquillità...

Dura poco, finisce l'asfalto e inizia la "Strada dei pellegrini di San Paolo di Monti". Dopo un primo tratto in piano, ci accorgiamo che il cammino E' la penitenza. Finisce il piano e inizia la salita. Dopo un guado IL MURO. Una rampa al 139%. Come il rapporto deficit/pil dell'Italia. Ho capito come si sentono gli italiani. Gli scoppia la testa. Poverini...

 

Faccio tutta la salita in compagnia di Angiolino, alla fine ci raggiunge Ullallà.

Ogni local che ci capita sotto tiro, ci dice che c'è un'altro strappetto, dopo quella curva, poi spiana, ma alla fine viene il bello. Chiudo gli occhi, tengo duro e penso agli italiani. Spingono in salita ma non vanno da nessuna parte. Come me...

Al trecentesimo cancello mi fermo. La pendenza vince le mie gambe. Mi siedo su una roccia e prendo fiato. Passano Angiolino e Ullallà. In sella.

Pochi metri e siamo in cima.

Seduto su una roccia c'è Sky. Freschissimo e riposato. Impassibile. Ci da qualche minuto di pausa che spendiamo a riparare catene, fare foto, diagnosticare guasti ai freni.

Tirato il fiato, Sky si alza, ci raduna, e dice. "Da questa parte si arriva a San Paolo con cinquecento metri di asfalto, da quest'altra, quattro chilometri di asfalto e poi una discesa niente male". DISCESA! DISCESA! DISCESA!

 

Imbocchiamo la discesa. Sembra il letto di un ruscello... non ci sono traiettorie, si scende tutti in fila tra rocce smosse grandi come palloni da calcio. Se esci dall'unica linea, ci pensano le ginestre e i rovi.

 

San Paolo è meta di un pellegrinaggio. E' un posto davvero bello e tranquillo. La chiesa è costruita interamente di cantonetti di granito.

Pausa e si riparte. Ci aspetta un tratto mangiaebevi. Molto divertente. Discese e rilanci continui. Percorriamo una carrareccia. Erba al centro e due traiettorie. Alla fine possiamo ricostruire la scena del crimine. Chi è sceso nella traiettoria di destra ha il braccio destro morso, chi è sceso a sinistra, porta i segni di ginestre e rovi sul braccio sinistro. Ma sembra che nessuno se ne curi.

 

Ultimo guado evvia!

Ci pensa ric a frenare l'entusiasmo. Buca!

Ci affolliamo sulla sua ruota, quando ci rialziamo siamo soli.

Ma saranno andati a destra o sinistra? Vado a vedere, come un Apache guardo le tracce. Io dico sinistra. Ci pensa carpitz a salvarci. Con Sardrock arriva da destra. Ma allora io cosa ho visto?

I salvatori ci tirano il collo con rapporti lunghi e ci riportano in gruppo. Sky continua a fare il suo dovere con grande cura e ci dice che ora è tutta una discesa fino al Cozza Village Bike and Beer Resort.

 

Arrivati a destinazione mi accorgo che il parcheggio è strapieno! Non avrei mai immaginato.

Questi dell'associazione Terranova, organizzano un evento grandissimo. Una specie di festa campestre per grandi e piccoli.

Tavoli ovunque. Le cozze arrivano abbondanti. Tutto bellissimo!

Assalto al tavolo dei dolci e chiacchiere.

Quando vado via porto con me il pezzo di Totem che mi compete, ma soprattutto mi porto a casa il ricordo di una giornata bella, soleggiata, con una compagnia straordinaria e il buonumore che solo la bella gente sa mettere addosso.

Grazie!